Termini e condizioni


“Condizioni di Vendita” per i BENI IMMOBILI appresi da procedura fallimentare

L’aggiudicatario prende atto:

  1. Che i beni immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano senza garanzia alcuna. La vendita, considerata forzosa, non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo, è disposta a corpo e non a misura, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive e con le quote condominiali dovute per legge;
  2. L'esistenza di vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento degli impianti alle leggi vigenti, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti, inconoscibili o comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo;
  3. Il saldo prezzo oltre a tutte le imposte dovute dovrà avvenire entro _______giorni dall’aggiudicazione, dedotta la cauzione versata, direttamente alla procedura concordataria tramite bonifico bancario e/o assegno circolare;
  4. Il trasferimento della proprietà avverrà tramite atto notarile presso un notaio del foro di Treviso (TV) scelto dal Liquidatore Giudiziale/Curatore Fallimentare e tutte le spese dirette ed indirette, ivi comprese le imposte relative conseguenti all’aggiudicazione, le spese notarili, le spese/imposte/tasse per la cancellazione delle trascrizioni pregiudizievoli, le spese per l’emissione dell’attestato energetico e del certificato di destinazione urbanistica saranno a carico esclusivo dell’aggiudicatario;
  5. Le eventuali spese condominiali insolute dell’anno in corso e dell’anno precedente saranno a carico esclusivo dell’aggiudicatario;
  6. Le cancellazioni delle trascrizioni pregiudizievoli saranno eseguite successivamente al trasferimento del bene, a cura del Notaio designato e con apposito provvedimento del Giudice Delegato ai sensi dell'art. 108, comma 2, Legge Fallimentare.
  7. I beni non potranno essere trasferiti a soggetto diverso da quello che abbia presentato l'offerta;
  8. In caso di pluralità di offerenti per lo stesso lotto si svolgerà una gara informale al rialzo, all’esito della quale risulterà aggiudicatario il soggetto che avrà formulato l’offerta maggiore, ai non aggiudicatari verranno restituiti subito il/i deposito/i versato/i., si precisa che può partecipare all’eventuale gara informale al rialzo, persona diversa dall’offerente purché in possesso dei relativi poteri in forza di procura speciale notarile;
  9. Non sono ammesse offerte irrevocabili d’acquisto, per persona da nominare;
  10. La vendita è sottoposta alla condizione sospensiva unilaterale, e quindi nell’interesse esclusivo della procedura, della mancanza di eventuali offerte migliorative che, ai sensi dell'art. 107 comma 4° L. Fall., dovessero pervenire al Commissario e/o Liquidatore Giudiziale o per il tramite della casa d’aste ASTE 33 S.r.l. entro 10 giorni dal deposito in Cancelleria della documentazione di cui al comma 5° dell'art. 107 L. Fall.; fermo restando quanto previsto dall'art. 108 L. Fall. in ordine ai poteri del giudice delegato di sospendere o impedire il perfezionamento della vendita;
  11. Troverà applicazione l’art. 587 c.p.c. (codice di procedura civile) nell’ipotesi di rifiuto dell’aggiudicatario di procedere al pagamento del saldo prezzo e alla stipula dell’atto notarile nel termine indicato di mesi 03 (tre) dall’avvenuto saldo prezzo.
  12. Tutti coloro che concorrono alla vendita accettano senz'altro il regolamento che disciplina la medesima, senza riserva alcuna, e perciò rendendosi deliberati di un qualsiasi oggetto, assumono giuridicamente la responsabilità dell'acquisto fatto.
  13. Si autorizza la casa d’aste ASTE 33 S.r.l., concedendo il consenso, al trattamento dei dati personali ex art. 23 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 codice in materia di protezione dei dati personali, essendo stato edotto di tutte le informazioni previste all'art. 13 stesso decreto legislativo.

“Condizioni di Vendita” per i BENI MOBILIARI appresi da procedura fallimentare

L’aggiudicatario prende atto:

  1. Che i beni mobiliari vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano senza garanzia alcuna. La vendita, considerata forzosa, non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo, è disposta a corpo e non a misura, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive e con le quote condominiali dovute per legge;
  2. L'esistenza di vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento degli impianti alle leggi vigenti, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti, inconoscibili o comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo;
  3. Per i macchinari ed attrezzature non conformi alle normative sulla sicurezza non possedendo il marchio CE, è obbligo da parte dell’aggiudicatario di procedere, a propria esclusiva cura, onere e rischio, alla loro messa a norma ovvero nel caso in cui ciò non risulti possibile al loro smaltimento nelle forme di legge;
  4. L’aggiudicatario, oltre al prezzo di aggiudicazione, dovrà pagare l’I.V.A. al 22% se dovuta e la tassa di registro (solo nei casi di presenza di mezzo/i targato/i);
  5. Il saldo prezzo oltre a tutte le imposte dovute dovrà avvenire dovrà avvenire subito dopo l’aggiudicazione, tramite bonifico bancario e/o assegno circolare, pos;
  6. I beni non potranno essere fatturati a soggetto diverso da quello che abbia presentato l'offerta;
  7. In caso di pluralità di offerenti per lo stesso lotto si svolgerà una gara informale al rialzo, all’esito della quale risulterà aggiudicatario il soggetto che avrà formulato l’offerta maggiore, si precisa che può partecipare all’eventuale gara informale al rialzo, persona diversa dall’offerente purché in possesso dei relativi poteri in forza di procura speciale notarile;
  8. La vendita è sottoposta alla condizione sospensiva unilaterale, e quindi nell’interesse esclusivo della procedura, della mancanza di eventuali offerte migliorative che, ai sensi dell'art. 107 comma 4° L. Fall., dovessero pervenire al Commissario e/o Liquidatore Giudiziale o per il tramite della casa d’aste ASTE 33 S.r.l. entro 10 giorni dal deposito in Cancelleria della documentazione di cui al comma 5° dell'art. 107 L. Fall.; fermo restando quanto previsto dall'art. 108 L. Fall. in ordine ai poteri del giudice delegato di sospendere o impedire il perfezionamento della vendita;
  9. Tutti i beni dovranno essere ritirati o smaltiti entro (la data sarà comunicata in sede d’asta dal Banditore preposto) dalla data definitiva della vendita a cura e onere dell’aggiudicatario, il termine è da considerarsi perentorio ed essenziale e nell'interesse della Casa d'Aste e della Curatela Fallimentare. Qualora per una ragione qualsiasi, l'acquirente non fosse nella possibilità di ritirare gli oggetti acquistati entro il termine perentorio sopra fissato esso sarà tenuto a corrispondere una penale;
  10. Saranno a carico dell’aggiudicatario ogni e qualsiasi danno che sarà arrecato alla proprietà dove i beni sono depositati durante le fasi di ritiro e sarà anche responsabile degli eventuali infortuni che dovessero accadere al personale addetto, esonerando la Curatela e la casa d’asta ASTE 33 S.r.l., da qualsivoglia responsabilità in merito;
  11. Tutti coloro che concorrono alla vendita accettano senz'altro il regolamento che disciplina la medesima, senza riserva alcuna, e perciò rendendosi deliberati di un qualsiasi oggetto, assumono giuridicamente la responsabilità dell'acquisto fatto.
  12. Si autorizza la casa d’aste ASTE 33 S.r.l., concedendo il consenso, al trattamento dei dati personali ex art. 23 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 codice in materia di protezione dei dati personali, essendo stato edotto di tutte le informazioni previste all'art. 13 stesso decreto legislativo.
  13. SOLO PER I SOGGETTI CON I REQUISITI DI LEGGE:
  14. Chi è intenzionato ad acquistare con SOSPENSIONE D’IVA si prega di contattare con urgenza e per tempo (entro 5 giorni dall’asta) la casa d’aste ASTE 33 S.r.l. per maggiori informazioni sulle modalità;